Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.
Il post originale è disponibile
qui

La maggior parte delle persone vede solo corsi elearning lineari, del modello clicca-e-leggi. Così, quando viene il momento di costruire il proprio corso, queste tendono a costruire quello che hanno visto prima. Lo stesso vale per i vostri clienti o esperti in materia. Tendono ad aspettarsi qualcosa di simile a ciò che sono abituati a vedere.

Ci sono molti momenti in cui un corso lineare, clicca-e-leggi è appropriato. Quindi non voglio mandare un messaggio contro i corsi clicca-e-leggi. Tuttavia, tantissime altre volte un corso clicca-e-leggi non è la soluzione migliore. In questi casi, portare il tuo cliente a vedere oltre ciò cui è abituato, e a considerare un approccio diverso, può essere una sfida.

Oggi, ti vorrei offrire alcune idee per aiutare il tuo cliente ed i tuoi SME a capire che tipo di corso hanno bisogno di costruire.

Chiarisci gli Obiettivi del corso

Cosa si aspetta il cliente come risultato? Ho lavorato su un sacco di progetti il cui obiettivo era solo di avere un percorso tracciato alla fine dell’anno. E ho lavorato anche su campi in cui il cliente si aspettava reali cambiamenti nelle prestazioni.

Chiarendo gli obiettivi, dirigi il cliente a distanza dai corsi che non offrono alcun valore tangibile. Se il corso non è allineato con obiettivi tangibili, molto probabilmente si tratta di una perdita di tempo. Ma la realtà è che a volte si devono ancora costruire corsi il cui unico obiettivo è che alla fine dell’anno qualche gruppo possa dire che X gente ha frequentato un corso ed ha ottenuto il 100% al quiz.

In questi casi, tentare di impiegare il minor numero di risorse possibili. Puoi costruire corsi semplici che sembrano ottimi e soddisfare l’obiettivo del tuo cliente senza spendere un sacco di tempo e denaro. Il tuo cliente sarà felice e tu potrai liberare tempo e soldi per corsi più significativi.

Se tutto ciò ti suona nuovo, ti consiglio il libro Performance Consulting. Offre ottimi spunti su come aiutare i tuoi clienti a capire obiettivi e gestione della prestazione. Conoscendo queste cose, per loro sarà più facile pensare a corsi d’impatto. Ho anche sentito parlare bene di The Performance Consultant’s Fieldbook.

Punti chiave
:

  • Stabilire gli obiettivi
  • Allineare gli obiettivi alla gestione delle prestazioni
  • Destinare le risorse adeguate agli obiettivi

Stabilisci qual è il tipo di corso migliore

Ascoltando alcune voci provenienti dal nostro settore, potresti pensare che tutti i corsi e-learning che non sono basati sulle prestazioni non sono buoni. Non sono di questa opinione. Invece, vedo un corso elearning come un qualsiasi altro mezzo utilizzato per sostenere il processo di apprendimento. E’ uno strumento per facilitare l’apprendimento. A volte è l’unico, a volte è solo uno dei tanti.

Quando è l’unico strumento, allora ha senso che sia il più completo possibile. In questi casi, probabilmente il corso ha bisogno di una maggiore interattività basata sulle prestazioni. Tuttavia, se ci sono altri strumenti e attività, forse un focus sulle sole informazioni va bene. Il fatto che ci sia sola informazione non significa che deve essere lineare.

Guardate il modo in cui l’industria delle notizie crea grafica informativa. Non è roba così diversa da molti corsi elearning. Non significa che le informazioni debbano essere tutte lineari o che debbano essere inserite in job aids o PDF.

La questione sta in ultima analisi nel fare. Che cosa supponiamo che lo studente debba fare con le informazioni date nel corso, e DOVE tutto ciò viene fatto? Posso creare un corso performance-based il cui obiettivo è di costruire dentro l’elearning con vari elementi interattivi come scenari e casi di studio. Oppure posso costruire un corso basato sull’informazione dove il fare è fuori dal corso, nel mondo reale. Per esempio, comprimo il flusso di informazioni in semplici moduli elearning che combino con qualche sessione nel mondo reale.

Punti chiave:

  • Cosa deve fare lo studente con il contenuto del corso?
  • Le sole informazioni possono stare da sole o essere integrate con attività al di fuori del corso
  • Le aspettative basate sulla crescita della prestazione richiedono interattività all’interno del corso

Presenta diversi tipi di elearning

Tornando al paragrafo di apertura, si tende a prevedere solo quelle cose con cui abbiamo familiarità. E’ facile che il tuo cliente non abbia molto contatto con diversi tipi di elearning.

Il tuo compito è di illuminarli. Ponili dinanzi a idee diverse e probabilmente costruirai  corsi elearning migliori. Un modo semplice per farlo è quello di offrire diversi trattamenti. Prendi un po’ di contenuti generici e quindi crea un paio di versioni di come potrebbero essere trattati in un corso elearning.

Se vogliono un corso di sola informazione, mostra loro alcuni esempi e fagli capire come questo tipo di attività sostenga i loro obiettivi di apprendimento. Questo è anche un buon modo per aprire il discorso sul modo in cui potrebbe essere necessario un ulteriore sostegno formativo, qualora questo non fosse integrato nel corso elearning. Se vogliono un corso performance-based, fornisci loro alcuni esempi che mostrino cosa questo significhi, e come i diversi tipi di interattività lavorano nel corso.

In questo modo aiuti il tuo cliente a vedere l’elearning da una prospettiva diversa. Lo aiuti anche a chiarire obiettivi e le aspettative, soprattutto se le risorse come tempo e denaro sono scarse. Possono desiderare qualcosa di interattivo, e scoprire che non hanno il budget o il tempo per ottenerla. Sul versante opposto, possono avere desiderato un corso lineare, ma dopo aver rivisto i loro obiettivi e il tuo esempio, hanno capito di aver bisogno di realizzare qualcosa di meglio focalizzato sulle prestazioni.

Punti chiave:

  • Raccogliere e condividere esempi di elearning
  • Creare un corso demo in diverse versioni
  • Discutere delle diverse versioni e delle risorse necessarie associate ad esse

L’obiettivo è quello di costruire un corso adeguato alle esigenze del cliente. A volte la necessità è semplice, talvolta complessa. Chiarendo gli obiettivi saprai che tipo di corso costruire. E mostrando al cliente degli esempi, lo aiuterai a vedere l’e-learning da varie prospettive. Alla fine, tutto questo ti aiuterà a costruire corsi elearning migliori.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...