La chiave per avere successo nell’elearning consiste nell’avere obiettivi chiari e poi nel mappare un modo per farli raggiungere. Senza mappa, non saprete mai se avete portato gli studenti dove volevate. In un post precedente abbiamo parlato di come creare degli obiettivi d’apprendimento. Oggi porteremo questi concetti un passo avanti, e vedremo ad un modo semplice che vi aiuterà a strutturare gli obiettivi attorno a delle azioni tracciabili.

Articulate Rapid E-Learning Blog - offer bribe to avoid course because of bad course objectives

Qual è lo Scopo del Corso?
Ci sono molti corsi che vengono creati per ragioni diverse da un miglioramento delle performance. Per esempio, molti corsi trattano tematiche come la compliance o le molestie sessuali. Training che sono più a livello di accrescimento della consapevolezza delle policies che di accrescimento di doti o capacità in relazione a daterminate attività.

Articulate Rapid E-Learning Blog - course objectives come from understanding the type of course

Dall’altro alto, ci sono molti corsi che richiedono che lo studente, dopo averli completati, sia in grado di fare qualcosa di specifico. Forse hanno imparato una nuova procedura, o come applicare una policy nell’ambiente di lavoro.

Capire che tipo di corso si costruisce è importante, poiché ti aiuta a individuare i tipi di obiettivi più appropriati, a misurare il loro successo, e ti aiuta a gestire le tue risorse.

Poniti Queste Domande per Creare i Tuoi Obiettivi del Corso
Una volta che hai capito perché stai costruendo un corso, puoi focalizzarti su chi lo sta per affrontare, perché e quali aspettative ha dopo averlo completato. Un modo utile per iniziare, è di porti le domande che leggi qui sotto:

  • Chi è lo studente?
  • Perché questo corso gli sarà utile?
  • In che situazione userebbe questa informazione?
  • Qual è l’obiettivo del corso?
  • Come proverà di aver compreso gli obiettivi?
Ho creato una semplice tabella che può permetterti di monitorare le risposte..

Articulate Rapid E-Learning Blog - blank table to build course objectives

Come parte del nostro training sui principi etici, c’era un corso su come comportarti con la corruzione. Questo corso è importante perché avevamo molti siti internazionali e molti colleghi dei reparti vendite avevano a che fare con la corruzione come parte della cultura del business. Tutti quelli che avevano a che fare con il training etico, dovevano seguire anche questo corso.

Per lo staff internazionale, il corso era basato sulle performance. Avevamo delle specifiche aspettative sul comportamento. Per tutto il resto dello staff, il corso invece era basato sul comprendere ed accettare le policy aziendali su questo tema, che si andavano ad unire ad uno schema più complesso che era quello generico dell’etica.

Qui sotto c’è un esempio che mostra come avrei potuto completare la tabella per questo corso, e gestire i due tipi diversi di pubblico.

Articulate Rapid E-Learning Blog - example of completed table to identify course objectives

Clicca qui per ingrandire

Noterai che ho diviso i due tipi di studenti ed i loro obiettivi. Per quelli che avranno a che fare con la corruzione, mi sono focalizzato sull’aspetto legato alle performance.  Ci saranno quindi delle simulazioni che porteranno gli studenti a prendere delle decisioni che siano in linea con le policy aziendali.

Per l’analista IT invece, c’è un corso più semplice. Non c’è bisogno di fargli perdere tempo con delle situazioni che non hanno niente a che vedere con il loro lavoro. Nel loro caso quindi, l’obiettivo è di comprensione generale delle policy. Presentare il contenuto in un modo che sia attraente e che dia loro la certezza dell’apprendimento, è tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Ecco qualche concetto chiave:

  • costruire il corso seguendo le aspettative di performance degli studenti. Se per alcuni di essi queste non sono previste, non li forzare a seguirle ugualmente. Seguire un corso costa tempo, cioè soldi. E spingere qualcuno a seguire un corso che non gli porta nulla di utile sul lavoro, è una perdita di tempo
  • non sovrastimare l’importanza del corso. Gli esperti che ti forniscono i contenuti per esempio, hanno l’abitudine a farlo. In questo esempio, la tentazione è di pretendere che tutte le risorse immane, indistintamente, debbano essere in grado di prendere delle decisioni. Talvolta serve, ma non è questo il caso e sarebbe stata una perdita di tempo
  • concentrarsi su come lo studente proverà l’apprendimento. E’ in grado di prendere la decisione giusta in una certa situazione? Come lo sai? Se le persone hanno bisogno di prendere delle certe decisioni in un certo momento, mettile alla prova. Create situazioni come quelle che incontreranno nella Vita reale, e consentitegli così di dimostrare la loro comprensione attraverso delle decisioni da prendere. Se invece parliamo del secondo gruppo di studenti, che non deve prendere decisioni, basa la comprensione dell’apprendimento du una conoscenza generale. Puoi focalizzarti sui principi che guidano la policy.

So che alcune persone pensano che i corsi che non sono basati sulle performance non dovrebbero nemmeno essere prodotti. Figurerebbero meglio come job aid. Beh, forse. Ma comunque li costruiamo lo stesso, anche perché ci chiedono di farlo e non possiamo forzare le cose. Cercando di capire cosa si aspetta l’azienda dagli studenti sarai in grado di creare dei grandi corsi, partendo proprio dagli obiettivi.

Se devi dimostrare che gli studenti hanno acquisito delle competenze da mettere in pratica con una performance, mettili alla prova con uno scenario. Altrimenti, pensa a strutturare un classico ma ben fatto quiz.

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.

Il post originale è disponibile qui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...