Nel mese di febbraio 2016, Facebook ha festeggiato il suo dodicesimo compleanno. Secondo i dati diffusi da Facebook, alla fine del dicembre 2015 il social network ha registrato 1,59 miliardi di utenti mensili. Se si guarda a come Facebook è cresciuto, maturato, e diventato parte della nostra vita quotidiana, ci sono suggerimenti, trucchi e intuizioni che i progettisti elearning possono ricavare dal successo di Facebook.

blog-graphics61_blog-header-copy-44

Il valore di contenuti simpatici e condivisibili
È facile vedere la quantità di moto che i contenuti hanno su Facebook quando gli utenti mettono “Mi Piace” e condividono messaggi, video e immagini. Se il contenuto trova il favore del pubblico, è necessario un impegno molto limitato da parte del creatore per far sì che lo stesso diventi virale e raggiunga ogni parte del mondo. È lo stesso con l’elearning: per raggiungere il pubblico più vasto possibile, il contenuto progettato deve essere simpatico e gli studenti vorranno interagire e condividerlo con tutti intorno a loro.

Il valore del peer to peer nell’interazione
Nel bene o nel male, Facebook ispira discussioni tra amici, membri della famiglia e anche tra i nemici. Mentre quelle conversazioni possono portare a del disagio, la piattaforma Facebook consente l’interazione fra pari. Con gli strumenti elearning di oggi, questo tipo di dialogo fra pari è possibile anche quando si esprime l’apprendimento dei contenuti online. Trovare il modo per gli studenti di interagire di persona o online moltiplica il valore che il contenuto di apprendimento offre.

like-1314734

Il valore di ascoltare il feedback degli utenti
Ricordate quando tutto quello che si poteva fare era mettere “Mi Piace” ad un post? Dopo l’euforia iniziale, gli utenti si sono stancati ad avere delle opzioni emotive limitate. Alcuni volevano un opzione “pollice verso”; altre persone erano alla ricerca di un modo per indicare emozioni diverse dalla felicità quando si trattava di interagire con i messaggi sul loro schermo. Non ci è voluto molto tempo prima che il team di Facebook ascoltasse i reclami dei suoi utenti. Ora ci sono una varietà di modi per indicare le vostre reazioni emotive a un post: un cuore o una risata, esprimere rabbia o tristezza. Gli utenti di Facebook hanno parlato, e gli sviluppatori di Silicon Valley hanno ascoltato. Come professionisti della formazione, abbiamo bisogno di ascoltare il feedback degli studenti nello stesso modo. Dobbiamo agire, e dobbiamo mostrare loro che il loro feedback conta.

Infine, indipendentemente dal fatto che non sei un fan di Facebook, c’è da imparare da questo fenomeno sociale per ricercare nuovi modi per incorporare alcune delle tecniche di successo della piattaforma nel vostro progetto elearning.

(Un ottimo modo per iniziare? Condividere questo articolo su Facebook!)

 

Traduzione autorizzata. Fonte.

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi o utilizza i tasti social in alto per condividerlo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...