mosaico_learning_logo
mosaico_logo_elearning
p11
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

CONTATTACI

Elearning e Realtà Virtuale: Storia di un Successo

2015-10-30 07:34

mosaicoelearning

Digital learning, Best practice, steve Jobs, interattività, oculus, virtual reality, rift, gear VR, leap, oculus touch, narrazione audio,

Elearning e Realtà Virtuale: Storia di un Successo

fractal-6847361280-.jpg
icon-.jpg

Sin dalla sua apparizione sul mercato dell’


elearning

, Mosaicoelearning ha scelto di fare dell’


innovazione

una delle sue bandiere. Ecco perché, nelle ultime settimane, abbiamo dedicato molta della nostra attenzione al fenomeno sempre crescente della


RealtàVirtuale

.


schermata-2015-10-30-alle-09-59-36-.png

Nei primi mesi del 2016

infatti,


Oculus

e Samsung (oltre a Sony con il primo visore per Playstation 4) lanceranno sul mercato i loro visori per la


VR

(Virtual Reality), aprendo di fatto alla diffusione di massa di questo hardware.


Persino


Mark Zuckerberg

, si, Mr. Facebook, ha investito su Oculus, dando origine a una collaborazione che ha portato a Oculus Rift (visore) e Oculus Touch (una sorta di evoluzione del joypad stile consolle da home entertainment). Questo è un ulteriore e forte segnale di quanto la VR presto entrerà nelle nostre case. E quindi nei nostri uffici :)


schermata-2015-10-30-alle-09-58-54-.png

Abbiamo testato la


versione SDK

(Software Developement Kit - potremmo definirlo un prototipo,


ndr

) di Oculus Rift, esplorando diverse tipologie di prodotto.


Ecco il nostro racconto..

 


Siamo entrati in un albergo, e ne abbiamo esplorato tutti gli ambienti. Abbiamo avuto l’impressione “reale” di trovarci li, di poter toccare con le nostre mani una pianta posta nell’angolo di una stanza, o la coperta del letto. Siamo rimasti impressionati. Il motore 3D, la fluidità, il fotorealismo, la cura di ogni dettaglio (ci si può avvicinare ad un tavolo e osservare le venature del legno) è..


impressionante

.


Abbiamo anche indossato una tuta alare e girato sulle montagne russe.. Abbiamo esplorato un frigorifero dal punto di vista di un barattolo di marmellata e ci siamo misurati con le illusioni ottiche. La fantasia sembra rappresentare l’unico limite.


cstr5upw0aax3mj-.jpg

La sensazione che si prova è di


totale immersività

. Ci si dimentica di dove ci si trova (nella realtà) e si diventa partecipi di una nuova esperienza che ci colpisce fin dai primi secondi.


Stupisce fortemente il fatto che questa sensazione di “prima scoperta” - che rimanda ai tempi della nostra infanzia (da quanto tempo non rimaniamo stupiti davanti a qualcosa, con la stessa reazione che ha un bambino che scopre una cosa nuova?) -


non svanisce con il passare dei minuti

. Anzi, usando il visore ci siamo sentiti come Neo, in Matrix, che quando riceve tutte quelle informazioni istananee non riesce a fermarsi e ne vuole sempre di più.


I primi test condotti negli Stati Uniti parlano di un


residuo dell’apprendimento pari all’80-90%

, quindi una percentuale di informazioni notevolmente superiore rispetto a quello che rimane dopo la frequentazione di un corso elearning “classico”. Questo avviene, tra le altre cose, perché dal momento in cui indossiamo il visore


non siamo sottoposti a fattori di distrazione esterni

, soprattutto sbirciati dalla nostra vista periferica. Che non scompare, ma si trasferisce nel Mondo virtuale, dove contribuisce a amplificare le nostre capacità mnemoniche.


Inoltre, con l’integrazione di strumenti come


Motion Leap

, è possibile


virtualizzare le proprie mani

, usandole per prendere o spostare oggetti. Su questo punto, ci soffermeremo in un altro post di prossima pubblicazione.


 


schermata-2015-10-30-alle-10-16-44-.png

Manca ancora la possibilità di poter camminare, quando si esplora un ambiente (al momento si sta seduti o alzati), ma


c’è già chi sta lavorando a dei sistemi che permettano di ampliare l’esperienza dell’utente

con supporti simili a quello che potremmo definire un piccolo “tapis roulant” a 360° con imbracatura (fondamentale, perché se hai il visore, non vedi dove vai!).


Se il sistema di VR premia il senso della vista e dell’udito, manca (ancora) anche la possibilità di sfruttare due sensi molto importanti, come olfatto e tatto. Ma soprattutto per il primo dei due, c’è già chi lavora a visori muniti di diffusori di odori.


Sorprendente è anche la possibilità di


interagire con altri utenti

, sempre all’interno dell’ambiente ricostruito. Questo avviene sfruttando la potenza di calcolo di più postazioni (una per utente).


schermata-2015-10-30-alle-10-00-05-.png

A nostro avviso, l’innovazione e l’utilizzo delle nuove tecnologie (così come le varie metodologie didattiche) non devono essere fini a sé stesse, ma il loro impiego deve essere


giustificato dalla produzione di un risultato tangibile e soprattutto sensato

. Ad esempio, l’interattività all’interno di un corso elearning sicuramente vivacizza l’esperienza di utilizzo degli utenti, ma non è detto che rappresenti la modalità perfetta e più indicata per presentare questo o quell’argomento. Delle volte, una soluzione più “statica” rappresenta la migliore strada da seguire. “La semplicità è la massima sofisticatezza” (Steve Jobs).


Tuttavia, per


corsi basati sulle performance

, l’esperienza che si può simulare è


incredibilmente efficace

, e ha un


potenziale enorme

ancora tutto da scoprire. Per questo motivo, abbiamo voluto condurre dei test volti a misurare non soltanto la qualità dell’hardware, ma soprattutto quella del software, quindi dell’output. Un


risultato di alto profilo

era fondamentale per soddisfare l’esigenza di un


piano formativo esperienziale

, ma che risultasse al tempo stesso


assolutamente credibile

. Siamo felici di poter dire che questo risultato l’abbiamo ottenuto, e che quindi stiamo già lavorando con alcuni nostri clienti per portare questa nuova tecnologia al servizio della formazione.


Se anche tu


vuoi essere parte di questo processo di innovazione

, e vuoi portare avanti progetti che coniugano Digital Learning e Realtà Virtuale,


mettiti in contatto con noi

.


schermata-2015-10-30-alle-09-58-28-.png
schermata-2015-10-30-alle-09-59-03-.png

Ti è piaciuto questo articolo?


Condividilo

con i tuoi colleghi e sui Social! Trovi i tasti per farlo all'inizio del post!


Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Dove
Ragusa, Via del Melograno, 77

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi elearning corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi elearning corsi@mosaicoelearning.it

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o per segnalare malfunzionamenti del sito assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o per segnalare malfunzionamenti del sito assistenza@mosaicoelearning.it
 

footer

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder