10 Suggerimenti per Iniziare con l’E-learning

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.
Il post originale è disponibile qui

Ricevo un sacco di domande da quelli che iniziano a lavorare con il Rapid e-learning. Vogliono sapere cosa possono fare per fare del buon elearning. Nel post di oggi vorrei offrire qualche suggerimento a coloro tra voi che hanno le stesse domande, con link a qualche libro e post precedenti..

1. Sei dove ti trovi

Quando ho preso in mano una videocamera per la prima volta, non mi aspettavo di creare film hollywoodiani. Lo stesso vale per l’e-learning. Accetta il fatto che ne sai tanto quante sono le tue competenze. Non è necessario che tu costruisca un elearning sbalorditivo, la prima volta che crei un corso. E’ sufficiente che tu costruisca un corso utilizzabile. E se vuoi fare di meglio, puoi. E’ solo questione di imparare, che tradotto significa fare pratica.

Buoni libri da cui iniziare:

2. Impara ad usare gli strumenti

E’ sistematico che quando mostro alle persone qualche trucco di PowerPoint loro mi dicono che non sapevano che si potesse fare. Se non sai cosa puoi fare con i tuoi strumenti, è facile che i tuoi corsi non renderanno al massimo.

Più ne sai dei tools, più sarai bravo a costruire dei corsi. Capire le funzionalità e cosa ti consentono di fare ti aprirà le porte per ogni sorta di idea creativa ed interattività.

Per saperne di più: Se sei un utente Articulate, ci sono due ottimi libri ed una community di utenti con centinaia di tutorial e migliaia di membri attivi.

3. Il click & read non è sempre un male

Sento un sacco di lamentele che parlano di noiosi corsi elearning clic and read (clicca e leggi). Ma gli unici che sento lamentarsi sono quelli nell’industria dell’elearning. Non sento mai lamentarsi gli studenti. Infatti, domando costantemente alle persone che incontro che tipo di elearning usano a lavoro e che cosa ne pensano.

Ciò di cui si lamentano non è il fatto che il corso è lineare o che si tratta di clic-and-read. Invece si lamentano del fatto che i contenuti sono irrilevanti con ciò che fanno per lavoro. Quindi non sono annoiati dalla struttura del corso, ma dalle informazioni di cui non hanno bisogno.

4. Tratta l’elearning come un libro di testo

L’apprendimento è un processo complesso. Il corso elearning non rappresenta il complesso dell’esperienza di apprendimento di una persona. E’ solo parte di essa. Spesso pensiamo al corso come a l’unico modo che una persona ha per apprendere.

Pensa al tuo corso elearning più  come ad un libro. Alcuni testi richiedono che tu leggi e rifletti. Ottieni qualche informazione, la applichi, e poi vedi come hai fatto.

In ogni caso, l’elearning è solo parte del processo. Avrai molto più successo se concentrerai la tua attenzione sul supporto alle performance, prima e dopo che il corso sia completato.

5. Rendilo ricco di significato

Come ho detto prima, le persone si lamentano dei corsi che non hanno significato. Il primo passo verso il successo è quello di creare corsi che hanno un significato per gli studenti. Molte volte i corsi che costruiamo contengono informazioni inutili. Invece di dare informazioni inutili, crea situazioni dove gli studenti devono usare le informazioni per prendere decisioni rilevanti su ciò che fanno nella vita reale.

7. Liberati del superfluo

Una delle cose migliori che puoi fare è quella di togliere informazioni dal contenuto del Corso. Spesso mettiamo troppe sovraccarichiamo il corso,  con più elementi di quelli di cui hanno bisogno gli studenti. Concentrati sulle informazioni che servono per raggiungere il tuo obiettivo. Tutte le altre informazioni possono essere spostate e posizionate in altri posti, come link di riferimento o in Job aids scaricabili.

8. Concentrati sugli obiettivi

Stabilisci i tuoi obiettivi di apprendimento. Immagina ciò di cui hai bisogno per raggiungerli. Poi immagina come assicurare che gli obiettivi sono stati raggiunti. Semplice. Idealmente i tuoi obiettivi sono focalizzati sull’azione. Cosa saranno in grado di fare quando avranno completato il corso?

9. Produci una linea guida

Non sono a favore di quelle guide di stile che rendono i corsi tutti uguali. Comunque, quando costruisci un corso, dovresti sviluppare una linea guida da mantenere. Ti aiuta a costruire un design con elementi definiti come colore, allineamento, font, aspetto e sentimento.

I template sono perfetti per fare ciò. Possono aiutarti con la struttura generale del corso e indirizzarti nella giusta direzione. Puoi creare template per definire il look, così come per le componenti interattive.

Sviluppando le tue capacità, impiegherai meno tempo con i template. Meglio creare un corso semplice ma ben fatto, che non uno complesso ma che non va bene per lo studente. In più se hai appena iniziato, creare corsi elaborati ti prenderà molto tempo per sviluppare.

10. Applica suoni e grafica

Le persone sono attratte dalle cose belle. Quindi puoi iniziare ad interessarle creando un Corso che ha il giusto appeal. Un bell’aspetto basta? No. Ma è un punto di partenza.

La grafica serve anche a dirigere il flusso di informazioni ed il modo in cui gli occhi seguono lo schermo. Questo contribuisce ad una trasmissione dei contenuti efficace. In più è importante avere un design adattato al contesto. Idealmente dovresti essere in grado di creare un contesto visivo che sposi i contenuti del corso.

Questi suggerimenti dovrebbero aiutarti a metterti nella giusta direzione. Costruisci il tuo primo corso e poi guarda ciò che hai fatto. Rifletti su ciò che è venuto bene e sulle cose dove puoi miglioare. Poi la prossima volta che disegni un corso, lavora su queste aree. Ed in men che non si dica, sarai un professionista del rapid elearning.

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
0
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top