3 cose da sapere quando si inizia a lavorare nel mondo e-learning

3 cose da sapere quando si inizia a lavorare nel mondo e-learning

The Rapid Elearning Blog

3 cose da sapere quando si inizia a lavorare nel mondo e-learning

Stavo revisionando alcune vecchie presentazioni e ho trovato una diapositiva che parlava dei passi da fare per iniziare a lavorare nel mondo elearning. Nella diapositiva ho offerto tre suggerimenti, validi ancora oggi, su come avviare un’attività in questo campo.

Un corso elearning è diverso da una sessione in aula

Una sfida che molti nuovi sviluppatori affrontano all’inizio, è quella di voler a tutti i costi convertire contenuti esistenti realizzati per la formazione in aula in corsi elearning. Di solito questi contenuti sono realizzati in PowerPoint; importare delle slide in una app di authoring (come Storyline) è abbastanza facile, il passo successivo è quello di aggiungere un quiz… e il gioco è fatto (almeno credi…).

Infatti, questa soluzione va bene per alcuni corsi di formazione sulla conformità o contenuti per l’aggiornamento annuale dei dipendenti perché tendono a riguardare meno l'”apprendimento” e più la condivisione delle informazioni. Ma non è l’ideale.

La strategia migliore è creare un’esperienza di apprendimento diversa dall’esperienza in aula. Concentrarsi sugli obiettivi e sulle attività necessarie per stimolare la comprensione. Ciò contribuirà a creare corsi meno orientati a tanti (o troppi) contenuti e più indirizzati al raggiungimento di obiettivi misurabili.

Ecco un buon libro che fa un ottimo lavoro parlando della progettazione di un corso in un percorso a ritroso in cui è importante concentrarsi sull’esperienza di apprendimento e non solo sul contenuto.

L’e-learning è principalmente un mezzo visivo

L’accessibilità è una considerazione primaria quando si costruisce un corso, ma al di fuori di ciò, il corso elearning è principalmente visivo. È importante investire sullo studio di come strutturare correttamente il contenuto sullo schermo e su come comunicare tramite un mezzo visivo.

Due buoni libri: The Non-Designer’s Design Book per saperne di più sul design di base e Slideology per saperne di più sulla comunicazione visiva. Inoltre, impara a supportare ciò che fai visivamente con il testo alternativo e altre considerazioni sull’accessibilità.

Sei bravo solo quanto conosci il software

Se conosci solo le basi, sarai in grado di costruire solo i corsi base. La verità è che ci vuole tempo per imparare a usare il software e devi fare un investimento per imparare a usare davvero gli strumenti. Ecco perché:

  • Velocizza la tua produzione man mano che diventi più efficiente. Ciò consente di risparmiare tempo e ti consente di spendere le tue energie altrove.
  • Imparerai abilità avanzate che ti permetteranno di risolvere i problemi. Il software ti offre funzionalità specifiche, ma man mano che acquisisci competenze più avanzate, produrrai modi unici per utilizzare le funzionalità. Ma devi sapere prima come funzionano per iniziare.
  • Progetterai un corso elearning più coinvolgente ed efficace. Ad esempio, non saper usare le variabili limita molto la progettazione, ma una volta capito come funzionano, creerai tanti tipi di corsi diversi ed esperienze interattive.

Uno dei modi migliori per imparare è costruire qualcosa. Questa può essere una sfida se il tuo lavoro ti porta ad avere vincoli di progetto che ti impongono di realizzare sempre lo stesso tipo di corsi.

Ecco perché consiglio vivamente le sfide settimanali della E-learning Community di Articulate. Sono pensate per stimolare nuove idee e nuovi modi di realizzare corsi. Non è necessario condividere soluzioni fantasiose o di grandi dimensioni. Infatti, puoi costruire qualcosa di semplice o qualcosa di elaborato, dipende da te. La cosa principale è spendere del tempo usando gli strumenti di authoring e applicare la tua materia grigia. E, anche se non condividi niente di nuovo, puoi sempre vedere cosa hanno realizzato gli altri utenti della Community.

Prova a partecipare alle sfide, se hai poco tempo prefiggiti di farne almeno una a trimestre e di spulciare nelle sfide settimanali per vedere cosa costruiscono gli altri utenti. Anche questo è un modo per stimolare nuove idee per i tuoi corsi.

Ecco qua, tre semplici consigli per aiutarti a muoverti nella giusta direzione nel mondo elearning.

 

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann su “Rapid E-Learning Blog”.
Il post originale è disponibile qui.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
0
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top