5 modi per prepararsi ed essere un campione dell’elearning


Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.
Il post originale è disponibile qui

Sono appena tornato dalla conferenza Learning Solutions di Orlando. Come sempre, è stato eccitante incontrare così tanti lettori del blog. Apprezzo davvero l’entusiasmo e i feedback di apprezzamento.

Alla fine della conferenza, ho partecipato ad una presentazione con alcune persone davvero intelligenti (non sono certo del perché io sia stato invitato). Se non hai idea di chi siano, sotto ho incluso i link ai loro siti.

Ognuno di noi ha presentato una “grande idea”. Da parte mia, ho deciso di parlare di come si possa crescere e diventare migliori nel costruire corsi elearning. E’ una cosa che mi viene spesso chiesta attraverso il blog.

Per quelli che non erano alla conferenza, questa è la mia presentazione sui 5 modi per prepararsi ed essere un campione dell’elearning.

La fortuna non capita per caso. Di solito è il risultato di preparazione ed opportunità. Mentre ci sono sempre tutti i tipi di opportunità a disposizione, il problema è che noi non siamo sempre pronti per queste. Per questo motivo, di solito siamo all’oscuro delle opportunità che abbiamo intorno.

Per esempio, io non leggo lo spagnolo. Così se mi trovo davanti ad una scritta come ““Bajo este signo es una olla de oro”, non saprò che sto avendo l’opportunità di mettere le mani su dell’oro gratuito. Invece dovrei scartare l’ostacolo e vedere cosa c’è lì di fronte a me.

Quindi, invece di sedermi e aspettare che accada qualcosa intorno a me, la chiave è di prepararmi per le opportunità che ci sono in giro. Magari non le vedrò tutte, ma ne vedrò molte di più di quante ne potrei captare restando sempre fermo a non far niente.

Quali opportunità ci sono per noi?
Sono nell’industria della formazione da quasi vent’anni. In genere, quando i tempi non sono dei migliori, i formatori sono i primi che vengono lasciati andare. La ragione principale è che è difficile capire quanto ROI facciamo. Quindi molte aziende non sono certe di quanto valore portiamo.

Mentre l’economia di oggi è ancora in crisi, questa è la prima volta che io ricordi in cui l’industria dell’apprendimento è in fermento. C’è una interessante convergenza di tecnologie sociali, mobile e community. E’ una tempesta perfetta ed è assolutamente collegata all’e-learning ed a ciò che facciamo.

Mentre ci sono abbastanza sfide per molti di noi, ci sono un casso di opportunità. Per esempio, con la tecnologia del rapid elearning è possibile togliere le mani da tutto quel lavoro che si fa con i Subject Matter Experts (esperti in materia, SME) e passare il tempo a vedere i video so YouTube di Justin Bieber o a giocare ad Angry Birgs sul vostro sofisticato dispositivo mobile.

Tutto ciò che dovete fare è confondere i vostri datori di lavoro con parole come pedagogia e dire loto di considerare se il processo legittima una partecipazione periferica. Fate abbastanza per metterli fuori equilibrio e conserverete il vostro posto di lavoro. Dovete apparire “smart” (intelligenti, furbi, versatili) e vedrete che in poco tempo sarete capaci di canticchiare le canzoncine di Justin.

I passi da compiere per diventare dei vincitori
Qui c’è solo qualche idea su come essere pronti sulla base della mia esperienza.

1.       Pratica il tuo mestiere
Sono un fan dello sport. Una cosa che mette in comune tutti i grandi atleti è lo sforzo extra che mettono nel loro mestiere. Mentre i loro coetanei sono a casa a riposare, loro lavorano sulla tecnica, studiano video, o corrono un miglio in più. E’ ciò che distingue i grandi giocatori dagli altri atleti con caratteristiche simili. E lo stesso si può dire con altre discipline come musica o arte.

Essere bravi a far qualcosa richiede pratica. Quanti di noi fanno davvero pratica sul lavoro, o fanno quelle cose che sono necessarie per megliorarsi? Cosa succederebbe se ci approcciassimo all’elearning nella stessa maniera in cui Peyton Manning si approccia all’essere un quarterback (ruolo nel gioco del football americano, lega NFL)?

Tu potresti essere impiegato in una azienda con il ruolo di sviluppatore di corsi elearning, ma magari non desideri nulla più che avere un lavoro. Ci può stare. Ma se davvero vuoi essere un bravo sviluppatore di corsi elearning, devi avere il tuo metodo di sviluppo, specialmente dal momento che sembra che molti di noi lavorano da soli.

2.       Mettiti in contatto con gli altri
Le software house costruiscono software che hanno determinate caratteristiche. Ma sono le persone che usano questi software a decidere come utilizzare queste caratteristiche. Questa è una delle ragioni del perché dovresti metterti in contatto con altre persone che utilizzano il tuo stesso software. Loro ti danno consigli pratici che hanno a che fare con il Mondo vero.

Puoi vedere di caosa parlo in questi due post del blog che parlano di oltre 100 PowerPoint tutorials e di più di 200 tutorial sul rapid elearning. Molti di questi sono stati creati da membri della nostra community o dai lettori del blog.

Un altro motivo per metterti in contatto con gli altri è che ti aiuteranno a lavorare meglio. Uno dei miei esempi preferiti è quello di Joe Deegan, che ha chiesto consigli su come creare un corso sul tema della cimici nei letti. Ha ottenuto un mare di idee con oltre 52 commenti nel thread sul forum.

Quel team composto da una persona, è diventato un brainstorming con una armata virtuale.

In più usare strumenti come Twitter ti aiuta a metterti in contatto con ogni sorta di esperti. Infatti, Jane Bozart ha posto un grande esempio su come si possa risparmiare un sacco di tempo facendo delle ricerche, postando una domanda su Twitter. Ciò che le avrebbe preso normalmente delle ore, l’ha fatto in un attimo.

Se vuoi imparare e migliorarti, devi metterti in contatto con gli altri.

3.       Pensa come un imprenditore
Uno dei miei libri preferiti è “Come essere una star a lavoro”. E’ un ottimo libro con ottimi suggerimenti su cosa serve per avere successo. L’autore mette in mostra molti suggerimenti utili. Dopo averlo letto alcuni anni fa, ho avuto più iniziativa e sviluppato uno spirito imprenditoriale.

Gli affaristi che si siedono aspettando che il lavoro gli piova addosso non durano a lungo. Ma coloro i quali capiscono i loro clienti e si sforzano di andare incontro alle loro esigenze hanno successo.

Domani, quando inizi il tuo giorno di lavoro, non farlo come se fossi un impiegato. Cerca invece di vederti come un venditore che distribuisce servizi elearning. E poi sviluppa una business strategy di successo. Chi sono i tuoi clienti? Di cosa hanno bisogno? Come puoi aiutarli?

Non sederti come tutte quelle persone che aspetto che arrivino i progetti. Scopri in che direzione sta andando il business e fai in modo di farti trovare lì.

4.       Mantieni un portfolio
Ricevo un sacco di richieste di sviluppatori che mi chiedono di fargli pubblicità. Così gli chiedo se hanno un portfolio. Solitamente rispondono di no, o che non possono mostrarmelo perché contiene materiale riservato. Se non hai un portfolio, come pensi di mostrare le tue capacità?

Qui ci sono un paio di ragioni per avere un portfolio:

Hai bisogno di un posto dove giocare con le tue idee. La tua azienda magari ti chiede di creare corsi clicca-e-leggi come se non ci fosse futuro. Questo è il tuo lavoro e loro staccano gli assegni. Quindi devi fare ciò che ti chiedono.

Ma non lasciare che siano loro a determinare come sviluppi le tue capacità. Se non puoi costruire i corsi come vuoi tu a lavoro, fallo per i fatti tuoi. Non hanno bisogno di essere completi sotto ogni aspetto. Un mini corso basta per mostrare cosa sei capace di fare.

Se perdi il lavoro, perdi il tuo portfolio? Sempre la stessa storia. Vai a lavoro e vieni a sapere che non servi più. L’azienda ti da una scatola di cartone piena dei tuoi effetti personali e poi ti scorta fuori dall’edificio.

Quando torni a casa realizzi che non solo non ai accesso ai software per creare ai corsi, ma che inoltre non hai accesso ai corsi che hai sviluppato e con cui potresti mostrare le tue capacità. Tutto ad un tratto, trovare un lavoro diventa ancora più difficile (specialmente se hai ignorato il punto #2)

Prendi il controllo della tua carriera. Divertiti nella compagnia per cui lavori ma ricorda che sono affari, e ogni tanto siamo il fanalino di coda. Niente di personale. Quindi fatti trovare pronto.

5.       Sii proattivo e cerca opportunità
Qualche anno fa lavoravo nel campo della produzione di contenuti multimediali per il dipartimento formazione di una azienda specializzata nell’healthcare. Un giorno stavo mettendo qualche slide di PowerPoint su un film 35mm, così mi sono ritrovato con un po’ di tempo libero durante la produzione. Ho iniziato a leggere un articolo su Etienne Wenger e il suo libro sulle Community di pratica. Ho deciso che cosa fare e ho messo la mia carriera sul percorso che mi ha portato dove sono oggi.

Ho cercato tra le offerte di lavoro ciò che mi sarebbe piaciuto fare e poi ho fatto degli sforzi per acquisire l’esperienza di cui necessitavo per avere accesso a questi tipi di lavori.

Se posso farlo io, lo puoi fare anche tu. Come ho detto prima, c’è ogni tipo di opportunità. Infatti, considerando il momento attuale della nostra economia, l’industria dell’elearning è super calda. Ogni freelander che conosco è sommerso di lavoro. Non sederti e non aspettare che le cose arrivino da sole.
Determina tu ciò che vuoi fare e poi cerca le opportunità.

Ci sono molte cose che puoi fare per essere un “elearning winner”.

Impara di più sugli altri membri della conferenza:

Sivasailam “Thiagi” Thiagarajan

Jane Bozarth

Marc Rosenberg

Jeanne Meister

Mark Oehlert

Se questo articolo ti è piaciuto, segnalalo ai tuoi colleghi!

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
0
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top