Aggiungere contenuti multimediali a corsi e-learning

Aggiungere contenuti multimediali a corsi e-learning

The Rapid Elearning Blog

Aggiungere contenuti multimediali a corsi e-learning

I corsi e-learning sono formati per lo più da schermate contenenti media: testo, forme, illustrazioni, immagini e video.

Aggiungere questi elementi al tuo corso online può essere semplice. Tuttavia, per costruire un percorso coerente devi fare qualcosa di più che aggiungere semplicemente i contenuti su una slide. Ecco alcune considerazioni.

Progettare l’aspetto del corso e-learning

Cosa c’è su una slide?

  • Font: non si tratta semplicemente del testo che leggi, ma anche dell’elemento grafico. Quali caratteri stai usando nel tuo corso? Sono contestualmente in linea con i tuoi contenuti?
  • Forme: le forme possono avere bordi dritti o arrotondati; possono avere o meno contorni. La forma può rappresentare qualcosa di elegante oppure di informale.
  • Illustrazioni: esistono tanti tipi di stili illustrativi. Uno stile popolare oggi è il look corporate Memphis. Naturalmente, ci sono molti designer che lo trovano poco adatto ad un corso online, ma è anche una questione di gusti.

E questo ci porta ad una considerazione chiave: i punti in elenco qui sopra si riferiscono ad alcuni requisiti di progettazione visiva. Chi progetterà ciò che serve per il corso? Quali sono le immagini corrette e quali sono i font e i colori desiderati?

Una sfida per molti sviluppatori di corsi online! Spesso avere le idee chiare riguardo ciò che si vuole e rendere poi quelle idee allo stato di fatto non è esattamente la stessa cosa. Esistono molti bei corsi che però non sono progettati nel migliore dei modi. La causa di questo, di solito, è che lo sviluppatore non ha la competenza tecnica necessaria per costruire i supporti media adatti.

Creare risorse audio e video

Ci sono considerazioni simili per altri multimedia come audio e video.

La maggior parte degli strumenti di authoring rende abbastanza facile creare la registrazione di un audio. Tuttavia, questi stessi software peccano della mancanza di funzioni sofisticate da usare quando si tratta di editare o gestire l’audio.

Per un audio più articolato quindi, vanno fatte considerazioni su come registrare, chi  deve registrare e come va gestito ciò che ne deriva.

Produrre una registrazione audio in house ti porterà ad un lavoro poco costoso ma al tempo stesso non perfetto. La differenza con un audio di qualità professionale sarà davvero notevole.

La buona notizia però è che oggi ci sono molti voice over e talent services grazie ai quali è possibile ottenere un audio professionale ad un costo ragionevole.

Il video è un’altra di quelle questioni complicate. Gli smartphone di oggi ti danno la possibilità di fare video professionali, facili da editare grazie alle app disponibili sugli store. Ma c’è una differenza significativa tra un video fai da te e uno di qualità professionale. Produrre in autonomia può costare meno, ma la mancata professionalità può influire sulla qualità di ciò che metti sul mercato.

La grande domanda per qualsiasi elemento multimediale del corso è: chi determinerà e progetterà ciò che serve? E poi chi produrrà i media? Serve farsi queste domande affinché il corso abbia un determinato aspetto e una grande efficacia.

Pertanto, all’inizio del progetto è necessario dedicare del tempo ai requisiti dei media e fare delle considerazioni sulla loro produzione. Va inoltre determinato se occorre un budget per soddisfare tali requisiti.

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann su “Rapid E-Learning Blog”.
Il post originale è disponibile qui.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
0
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top