Come registrare da solo la tua narrazione audio per i corsi elearning

Come registrare da solo la tua narrazione audio per i corsi elearning

The Rapid Elearning Blog

Con software di elearning come Storyline 360 ​​e Rise 360 ​​puoi registrare (o importare) la narrazione audio nei tuoi corsi. Molti sviluppatori elearning producono i media da inserire nel corso e la registrazione della narrazione audio di solito è una di questi. Ciò significa che ci sono molte persone che registrano la narrazione audio e che non sono attori o speaker professionisti.

Se hai budget e tempo, usare uno speaker professionista ha senso. Ma la maggior parte di noi non ha questo lusso. Quindi, ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a iniziare e ottenere la migliore narrazione audio possibile.

Lo storyboard audio

  • Approvazione dello storyboard. La narrazione (soprattutto per i non professionisti) può richiedere molto tempo e sicuramente non vorrai fare troppe rielaborazioni. Chiedi l’approvazione dello storyboard prima di iniziare qualsiasi lavoro sulla registrazione della narrazione. Ciò ti farà risparmiare molto tempo.
  • Sintesi vocale. Usa la funzione di sintesi vocale per creare una narrazione dimostrativa per il processo di revisione. In questo modo gli esperti in materia e i revisori possono ascoltare lo script e non solo leggerlo. E se hai bisogno di apportare modifiche, è solo questione di digitare nuovo testo e non di dover registrare nuovamente l’audio. Elabora uno storyboard finale e richiedi l’approvazione.
  • Usa una voce naturale. La narrazione audio deve sembrare naturale e usare un tono colloquiale, per cui scrivi una sceneggiatura con frasi che rimandino alla vita reale e meno ad aspetti legali o aziendali.

L’ambiente per la registrazione

In un mondo ideale, sarebbe fantastico avere a disposizione uno studio di registrazione, ma è più probabile che tu abbia disponibile solo la tua scrivania o una sala riunioni vuota.

  • I cubicoli sono ottime soluzioni. Le pareti sono progettate per assorbire il suono. Sfortunatamente, in un’azienda con cubicoli e open space, non c’è molta privacy e c’è tanto rumore di fondo, quindi sarai costretto a registrare quando non ci sono molte persone in giro.
  • Riduci al minimo il rumore. Spegni le macchine da ufficio, i ventilatori e i condizionatori d’aria (se possibile). Registra circa 15 secondi di rumore ambientale che potrai usare per creare un filtro e modificare il rumore di fondo quando sarai in fase di post-produzione, anche se l’opzione migliore è registrare da subito alla migliore qualità possibile, infatti, come regola generale, la migliore registrazione è la registrazione originale.
  • Usa i buffer sonori. Ascolta la differenza di registrazione con o senza speaker. Ci sono diversi modi per attutire il suono che va al tuo microfono. Ci sono opzioni professionali con pannelli insonorizzati, box di tessuto e pannelli in schiuma e pannelli che si collegano al microfono. Nel mio ufficio a casa, ho preparato uno stendibiancheria  con sopra una spessa coperta che pongo dietro di me. Un’opzione di emergenza è il foambrero. Se hai poco budget, questa cabina di registrazione è un’opzione interessante e sembra molto facile da installare in un ufficio piccolo.
  • Microfono auricolare. A volte sei costretto a lavorare in un ufficio e non puoi controllare il rumore di fondo, ma un microfono con cuffia aiuta perché è omnidirezionale e registrerà solo l’audio proveniente da una direzione. Questo aiuta a bloccare il rumore ambientale.

Come prepararsi per la registrazione

  • Leggi lo storyboard ad alta voce un paio di volte. Identificherai rapidamente le aree in cui il discorso non suona naturale o dove rischi di “inciampare” con la lingua.
  • Registralo una prima volta in modo da poterlo ascoltare, questo aiuta a identificare dove l’audio non suona bene e dove crei confusione con parole e frasi.
  • Bere molta acqua. L’idratazione è fondamentale. Non preoccuparti di essere perfetto. Ricorda, non sei un professionista.
  • Stai in piedi anziché seduto. Stare in piedi ti aiuta a respirare meglio e a prendere più aria. La cosa più importante è essere a proprio agio e, naturalmente, essere in grado di effettuare i controlli audio tra una ripresa e l’altra.

Gli strumenti giusti per registrare la narrazione audio

Ho creato un elenco di buoni accessori audio e consigli per i microfoni che non ti manderanno in bancarotta. Inoltre ho raccolto molte opzioni convenienti o fai-da-te su come costruire una cassa armonica o usare una lampada Ikea come asta per il microfono. Indipendentemente da ciò, ecco una carrellata generale di ciò di cui avrai bisogno:

  • Buon microfono: auricolare o desktop. Di solito preferisco un microfono da tavolo, ma un auricolare è molto più semplice da usare e la qualità del suono è decente.
  • Filtro pop per rimuovere quei fastidiosi suoni della bocca e le p che scoppiano.
  • Supporto per microfono. Io uso un’asta montata sulla mia scrivania. Mi piace farla oscillare dentro e fuori posizione. Il blue compass è un’asta di bell’aspetto se non vuoi crearne una tua e non spendere troppo.
  • Teleprompter (meglio che leggere da un copione cartaceo). Molte persone usano un secondo monitor o tablet.
  • Buffer audio per controllare il rumore ambientale e ottenere una qualità del suono più completa.

Come registrare la narrazione audio

Non entrerò nei dettagli sulla registrazione perché ci sono molte applicazioni diverse. Ma mi limiterò ad alcuni suggerimenti di base.

  • Registri nello strumento di authoring o da un altro software? Puoi sempre registrare gran parte della narrazione audio con il software elearning. Ciò lo rende super facile, soprattutto se stai facendo tutto il lavoro da solo. Storyline 360 ​​ha anche un semplice editor audio per alcune modifiche di post-produzione. Tuttavia, preferisco separare la mia produzione multimediale in gruppi distinti: video, audio, grafica e costruzione del corso. Trovo che mi aiuti a mantenermi concentrato su una cosa e posso farlo al primo tentativo. Per questo motivo, mi piace registrare la mia narrazione al di fuori degli strumenti di authoring. Quindi posso apportare le modifiche di cui ho bisogno e caricare l’audio registrato nella timeline. Funziona sia in Storyline 360 ​​che in Rise 360.
  • Editor audio gratuiti. Se non hai soldi, Audacity è un’applicazione audio gratuita che funziona bene per la registrazione audio. Ecco un elenco di alcune altre opzioni di software di audio editing gratuiti. Levelator (sebbene non sia più supportato) fa un lavoro rispettabile ripulendo la tua narrazione audio. Ci sono anche molti tipi di app che puoi usare sui tuoi telefoni e tablet per registrare l’audio (iOS e Android).
  • Come salvare i file audio. Puoi salvare come .MP3 o .WAV. Entrambi dovrebbero andare bene. I file MP3 saranno molto più piccoli e non noterai alcuna perdita di qualità. È anche una buona idea avere una strategia di denominazione coerente quando si salvano i file. “Audio1.mp3” non è molto buono. Tuttavia, “Safety101-Intro-Layer4.mp3” ha molto più senso e saprai dove va nel corso quando devi importarlo.

Questi sono alcuni suggerimenti di base per iniziare a registrare da soli la narrazione audio. Se hai qualcosa da condividere, sentiti libero di aggiungerla ai commenti.

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann su “Rapid E-Learning Blog”.
Il post originale è disponibile qui.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
1
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top