Esercitare le Abilità di Visual Thinking e Applicarle all’E-Learning

Nel post di oggi vedremo come abbozzare le tue idee, così da poter andare oltre la comprensione dei concetti e la loro applicazione effettiva nei tuoi corsi.

350-visual-thinking-skills

Come esercitare le abilità di Visual Thinking
Partiamo dalle basi:

  • Impara come catturare i concetti usando la Grammatica visiva di Roam o l’approccio di Gray per la visualizzazione delle idee
  • Sviluppa familiarità con l’alfabeto visivo e le forme basilari usate come i blocchi di costruzioni. Questo ti aiuta a vedere le figure essenziali negli oggetti che vuoi creare
  • Esercitati usando le forme base per creare specifici oggetti. Quanto più ci si esercita, tanto più bravi si diventerà nel vedere le forme e abbozzare qualcosa che assomiglia a quello che dovrebbe essere il risultato finale.

illustration1

Attività per esercitare le abilità di Visual Thinking
Alcune persone hanno abilità innate e creare dei bozzetti non è troppo difficile per loro. Ma molti non hanno queste doti e credono di non potercela fare. Invece tutti possono. Il punto chiave è sentirsi a proprio agio con gli schizzi.

Ricorda, con questo articolo non diventerai un graphic designer professionista. Vorresti sentire il flusso del disegno con la tua penna, specialmente se stai usando un computer o un tablet. Di seguito sviluppare rapidità e chiarezza. Questo richiede un po’ di esercizio.

Di seguito alcune esercitazioni.

Attività 1: Crea delle forme base ripetutamente
Lavora per ottenere linee dritte e completa le forme desiderate in pochi tratti. Sei in grado di creare una forma in un solo movimento e di disegnarla come dovrebbe essere? Per esempio, se crei un triangolo velocemente, i lati possono incurvarsi. Tuttavia, se mi mantengo più cauto le mie linee rimangono dritte. L’obiettivo è di mantere le linee dritte disegnando ad alta velocità. Un cerchio dovrebbe essere un cerchio e non una macchia.

Attività 2: Crea oggetti comuni
Guardati attorno nel tuo ufficio ed identifica 10 oggetti a caso. Suddividili nelle forme base e disegnali un paio di volte. Per esempio, questo è un bozzetto della mia scrivania. Principalmente rettangoli e qualche cerchio.

tom-desk

È importante inoltre riconoscere cosa rende una forma unica e identificabile. Per esempio, un elefante risalta per il tronco e le grandi orecchie. Focalizzando le forme essenziali puoi trasmettere l’idea di un elefante senza disegnarlo per intero.

Attività 3: Trasmetti concetti con gli oggetti
Inizia a disegnare idee intere. Ad esempio, identifica tre video TED e traduci i concetti chiave in bozzetti. Può essere più semplice iniziare con tre idee principali per ogni video. Oppure, se queste ti sembrano troppe, focalizzati su un solo punto. La cosa buona dei video è che puoi mettere in pausa e riportare indietro. Di seguito tre video da cui potresti iniziare:

Attività 4: Migliora la tua calligrafia
Sunni Brown ha inserito alcuni buoni consigli nel suo libro “Doodle Revolution”, dove dice di ricalcare le lettere. Trova un font che ti piace, digita tutto l’alfabeto e salva poi il tutto come un’immagine. Dopo carica l’immagine nella tua applicazione per il disegno ed esercitati a ricalcare sopra le lettere. Col tempo svilupperai la memoria muscolare, utile a creare scritte leggibili per i tuoi bozzetti.

Quando ero un Finance Specialist nell’esercito ci è stato insegnato ad usare lo stampatello per rendere i nostri scritti più leggibili. Oggi faccio ancora molte stampe a stampatello e questo mi aiuta quando scrivo, specialmente con le lettere più piccole.

Esempi di tecniche di Visual Thinking nell’eLearning
Di seguito tre esempi forniti da persone che fanno un ottimo lavoro disegnando le loro idee e che fanno parte del nostro Mondo.

Kevin Thorn di “NuggetHead Studioz”. Ho incontrato Kevin in occasione del Devlearn, e mi ha mostrato i suoi disegni che prendono spunto dall’idea di base di Neil deGrasse Tyson. Ovviamente, non tutti abbiamo le innate abilità di Kevin nel disegno, ma se si guarda oltre i disegni essi sono principalmente stampe e alcune forme base.

kevin-visual-thinking

Blair Rorani di “Ever Learning”. Lo scorso anno in Australia, Blair ha disegnato dal vivo la mia presentazione che avevo annotato in questo post sulle sfide dell’instructional design. Blair offre anche molti utilissimi suggerimenti sul sito della sua accademia.

blair-visual-thinking

John Curran di “Design for Learning”. Io adoro i disegni di John. Non sono eccessivamente complicati da creare, ma essi trasmettono buone infomazioni e il disegno a mano libera crea abbastanza contrasti per attirare le persone visivamente.

john-visual-thinking

La chiave di questo articolo non è diventare un graphic designer professionista. Invece è imparare a pensare visivamente. L’elearning è principalmente un mezzo visuale e qualsiasi cosa possiamo fare per comunicare meglio le nostre idee servirà solo a rendere migliori i corsi che creiamo.

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.

Il post originale è disponibile qui.

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
0
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comment (1)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top