I collaboratori esterni subiscono uno svantaggio unico: lavorano da remoto e questo, solitamente, limita l’accessibilità al training e alle interazioni coi colleghi.

Per questi collaboratori, è possibile applicare il social learning?

Succede che i team di vendita, i fornitori e i franchisee possano sentirsi fuori dal giro o disconnessi dalla community. La distanza fisica dall’azienda diventa una barriera che non possono abbattere. Fortunatamente, puoi integrare il social learning nella formazione dei dipendenti aziendali per colmare il divario emotivo. Il social learning consiste nel catturare l’attenzione dei discenti, presentare comportamenti favorevoli e incoraggiare i collaboratori a replicarli sul posto di lavoro, oltre a favorire le interazioni sociali che portano a cambiamenti significativi e all’autoriflessione.

Quindi, come puoi integrare questo modello nel tuo programma di traning online rivolto ai collaboratori esterni e costruire una cultura della formazione aziendale più forte?

Forum di discussione

Offri ai collaboratori esterni la possibilità di discutere di argomenti importanti o di affrontare sfide con i colleghi tramite un forum online. Ad esempio, un addetto alle vendite che lavora da remoto ha un importante appuntamento con un cliente ma non è molto informato sulla nuova linea di prodotti o ha bisogno di alcuni suggerimenti sulla presentazione. Il commerciale, accedono al forum, può ottenere aiuto da colleghi esperti e possibilmente ottenere anche informazioni privilegiate sul cliente, per esempio se un altro collaboratore ha già avuto contatti con l’azienda in precedenza e conosce le abitudini di acquisto dei manager, o magari in passato ha avuto un’esperienza negativa col cliente e può aiutare gli altri a evitare gli stessi errori.

Eventi dal vivo

Invita i collaboratori ad eventi dal vivo e stimola la condivisione delle loro intuizioni con il team. Il social learning comporta un alto livello di collaborazione e comunicazione. In questo caso i meeting  offrono a tutti l’opportunità di porre domande, discutere delle criticità, delle sfide e mostrare le proprie competenze. Grazie alle loro competenze, i collaboratori esterni, sono in grado di diffondere le loro conoscenze e abilità e facilitare la riflessione personale di tutti i membri del team.

Organizza demo

Le demo sono il compendio del social learning nel training online dei dipendenti aziendali. Infatti grazie alle demo, è possibile mostrare ai collaboratori esattamente cosa fare e quali errori evitare. Quindi quei discenti organizzeranno le informazioni e replicheranno il processo nel mondo reale, assegnando significato a quanto appreso e contestualizzando i dati assimilati. Nella tua demo inizia con il modo corretto di eseguire l’attività, quindi evidenzia comportamenti e feedback negativi, guidandoli attraverso ogni fase di ogni singolo processo. Mostra tutto ciò che può andare storto e come prevenirlo.

Gruppi Facebook

Avvia un gruppo Facebook per specifici argomenti di training online o ruoli lavorativi. Ad esempio, il team di vendita avrà un suo gruppo dedicato diverso rispetto a quello delle risorse umane. L’obiettivo è offrire ai collaboratori esterni uno spazio di supporto per esprimere le proprie opinioni, porre domande o condividere link a risorse che ritengono possano essere utili ad altri. Il gruppo dovrà essere chiuso con i filtri all’ingresso, quindi i collaboratori non dovranno preoccuparsi che i loro pensieri privati ​​diventino di dominio pubblico. Il tuo compito sarà quello di pubblicare un messaggio settimanale per avviare una discussione e in generale fungere da moderatore in modo che i toni rimangano sempre cordiali ed educati. Ogni gruppo dovrebbe avere un regolamento a cui gli utenti dovranno attenersi e delle linee guida da rispettare per evitare di deragliare dall’obiettivo del gruppo stesso e limitare gli off topic.

Giochi basati sull’abilità

Chi può resistere a un gioco ben fatto che impartisce abilità cruciali? Il social learning è utile nel training online perché fornisce un esempio positivo. Grazie al gioco è possibile fornire ai collaboratori tutte le informazioni di cui hanno bisogno per migliorare la produttività e allinearsi con la visione aziendale, consentendo loro di immergersi nelle sfide e di testare le reazioni nel mondo reale senza il rischio di interagire con un cliente difficile che non riesce a decidersi, per esempio.

Ogni livello del gioco coinvolge un aspetto diverso di questo processo in modo che il partecipante al training possa affinare i propri talenti e identificare le aree personali di miglioramento.

Peer coaching e mentoring

Il peer coaching e il mentoring sono la scelta migliore da adottare per il training online dei collaboratori esterni perché forniscono supporto one-to-one. Chat dal vivo, video conferenze, gruppi chiusi consento di mantenere aperta la comunicazione e danno la possibilità a tutti i collaboratori di condividere esperienze personali. Il peer coaching e il mentoring sono più strutturati dei forum online e i gruppi dei gruppi social, dato che fra mentori e allievi c’è un accordo che consente di raggiungere un obiettivo comune o colmare un divario di prestazioni. Il loro obiettivo è di incontrarsi regolarmente per parlare delle sfide emergenti e valutare i progressi, nonché scambiare risorse o feedback.

La teoria social learning può estendersi in ogni aspetto del tuo programma di training online. Dall’onboarding alla gestione delle prestazioni. È particolarmente utile nella formazione di collaboratori esterni perché riduce la sensazione di isolamento grazie al supporto che il personale remoto riceve per sviluppare competenze e colmare le lacune. Questi collaboratori potranno padroneggiare comportamenti positivi che li aiuteranno a concludere più affari e seguire la politica aziendale. Quindi, incorpora strumenti come i giochi seri, i gruppi social e il coaching per far sentire tutti come parte della squadra.

 

Traduzione autorizzata. Fonte.

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi o utilizza i tasti social in alto per condividerlo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...