Non esiste un solo modo per presentare i contenuti elearning

Non esiste un solo modo per presentare i contenuti elearning

Elearning Content

Una delle domande che ci vengono fatte più spesso dai professionisti dell’elearning è “Qual è il modo migliore per presentare i miei contenuti?”. La risposta breve è, dipende! Finché tieni a mente le esigenze dei tuoi discenti, non esiste un modo giusto o sbagliato per farlo.

Per dimostrare il nostro punto di vista, abbiamo deciso di fornire lo stesso contenuto di origine a tre diversi instructional designer (ID), i nostri Customer Engagement Managers Allison LaMotte, Madison McCartney e Sarah Hodge, per vedere come avrebbero interpretato l’oggetto della nostra richiesta.

Ecco il contenuto che abbiamo fornito loro:

La matrice decisionale di Eisenhower

Puoi ordinare i tuoi task in 4 categorie: importante ma non urgente, non importante ma urgente, importante e urgente, non importante e non urgente.

La matrice di Eisenhower, chiamata così in ricordo del presidente americano, ti può aiutare a visualizzare le 4 categorie menzionate e determinare velocemente come ordinare i tuoi task.

Matrice decisionale Eisenhower

Abbiamo dato solo una sola indicazione: non sbirciare il lavoro degli altri.

Alla fine, ognuna di loro ha poi prodotto un esempio, che vediamo di seguito:

1. Scenario immersivo

Allison ha adottato un approccio immersivo creando uno scenario che ricorda da vicino una situazione di vita reale in cui i discenti devono dare delle priorità ai compiti. L’obiettivo è di guardare il proprio ambiente di lavoro per identificare e analizzare le attività nella loro lista di cose da fare e determinare se sono urgenti e / o importanti. Da lì, i discenti devono decidere se svolgere ogni attività oggi, programmarla per dopo, delegarla o rimuoverla dalla loro lista di cose da fare.

Image1

Visualizza esempio | Ulteriori informazioni | Scarica il modello 

2. Quadranti interattivi

La versione di Madison scompone i concetti di “importante” e “urgente” in parti più gestibili, consentendo agli studenti di concentrarsi su ciascun concetto individualmente prima di riunire l’intera matrice. Lo fa utilizzando una serie di quadranti interattivi che mettono i discenti al posto di comando e li incoraggiano a interagire con i contenuti.

Image2

Visualizza esempio  | Ulteriori informazioni | Scarica il modello

 

3. Matrice decisionale personalizzata

L’interpretazione di Sarah della matrice decisionale di Eisenhower offre ai discenti la possibilità di applicare subito i concetti invitandoli a compilare la matrice con le attività nella loro lista di cose da fare. Una volta terminato, il discente può stampare la sua matrice personalizzata, grazie a un po’ di magia JavaScript, e utilizzarla per aumentare la sua produttività.

Image3

Visualizza esempio | Ulteriori informazioni | Scarica il modello

Allora, cosa ne pensi? Vedi come ogni approccio potrebbe portare benefici alle diverse esigenze degli studenti?

Non esiste un modo “corretto” per costruire un corso e liberare la tua fantasia da instructional designer!

 

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale su E-Learning Heroes. Il post originale è disponibile qui.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
1
In love
0
Not happy
1
Not sure
0

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top