Tecniche di registrazione: il setup


La qualità dell’audio spesso rappresenta uno degli scogli più difficili da superare in fase di realizzazione di un corso e-learning. Specie quando le risorse economiche per portarlo a termine non sono ingenti.

Ecco allora una guida su come attrezzarsi per ottenere un risultato professionale anche con la propria voce.

1) Il microfono

Ci sono ottimi microfoni a buon mercato che consentono una qualità di ripresa davvero buona, con una spesa compresa tra i 40 e i 100 euro.

qualche esempio in ordine crescente di prezzo:

Behinger C-1

Takstar SM8B

Behringer B-1

AKG Perception 120

Behringer C-1U (USB)

Pur essendo un microfono che nasce per un utilizzo live su un palco, per esperienza diretta posso dirvi che otterrete prestazioni più che accettabili anche con lo Shure SM58.

2) La scheda audio

Dotatevi di una scheda audio performante e non avrete bisogno di un mixer. Schede come la M-Audio Fast Track Pro USB vi consentono un controllo a standard elevati, tra cui la possibilità di gestire più microfoni contemporaneamente con settaggi indipendenti, la possiblità di gestire l’ascolto in cuffia e di monitorare i DB. Inoltre la scheda offre una notevole quantità di uscite, e quindi una flessibilità difficilmente riscontrabile in prodotti su questa fascia di prezzo.

3) Il software

Ci sono moltissimi programmi adatti alla registrazione audio, che non sono molto difficili da imparare. Basta davvero solo un minimo di applicazione, e sarete in grado di tagliare e incollare frammenti audio, modificarne proprietà come volume, effetti, equalizzazione, pitch, etc. Da non sottovalutare la possibilità di ridurre il rumore, che quando non si è in studio di registrazione è il primo problema. Con un po’ di pratica si impara anche ad eliminare o comunque diminuire il fastidio provocato dalle consonanti come le S, le F o le P.

Consiglio tre software su tutti:
Audacity (Free download)

Magix Music Maker (ex Audio Studio Deluxe)

Adobe Audition (Pro users)

4) Le cuffie

La cuffia rappresenta forse il minore dei problemi, nel senso che anche una cuffia di qualità mediocre consente di avere un ascolto sufficientemente adeguato alle vostre esigenze.
Vi segnalo tre modelli testati personalmente, su tre differenti fasce di prezzo:

1) AKG K240
Uno standard nel settore dell’ascolto in studio. Costose, ma se volete un ascolto eccellente, fanno al caso vostro.

2) Philips SHC8525
Dimenticate cavi, fili e quant’altro di fastidioso in tal senso. Con queste ottime cuffie potrete muovervi dalla sorgente sonora senza avere problemi di perdita di qualità.

3) Sony MDR V150
Non sono cuffie pretenziose, ma isolano molto bene dall’esterno ed enfatizzano l’ascolto delle basse frequenze.

5) I trucchetti

Utilizzate qualche trucchetto che vi può aiutare ad ottenere files audio di migliore qualità:

1) utilizzate un antipop, anche fatto in casa
Se non lo possedete o non volete comprarlo, “fasciate” la capsula del microfono con uno o due fazzoletti di carta e chiudete il tutto con dello scotch-carta. Otterrete una riduzione del fastidio provocato da consonanti come S, F e P. Importante: la bendatura non va fatta stretta, o il microfono perderà molto in sensibilità. Lasciate “respirare” la capsula.

2) “inscatolate” il microfono
Se avete un po’ di dimestichezza con il “Fai da te”, costruite un piccolo box di 50×50 cm, in cartone o ancora meglio in legno. Rivestitelo all’interno con  della spugna insonorizzante o, in alternativa, con dei cartoni delle uova (vuoti, s’intende). Appena pronto, inserite al suo interno il microfono. Questa “casetta” darà notevoli vantaggi, simulando l’ambiente di uno studio di registrazione!

3) usate un treppiedi da tavolo
in questo modo, non tenendo il microfono in mano, limiterete ulteriormente i rumori di fondo. E non vi stancherete mani e braccia.

4) cercate una stanza poco rumorosa
fondamentale, se non volete ripetere di continuo la stessa frase. Cercate poi possibilmente  una camera non esposta al traffico cittadino, e con muri spessi.

What's Your Reaction?
Exited
0
Happy
0
In love
0
Not happy
0
Not sure
0
View Comments (8)
  • Complimenti per questo sito: ci voleva proprio uno spazio dedicato a questo mondo! Io mi sono avvicinato da relativamente poco all’elearning e sto trovando preziosi i vostri consigli. A tal proposito vorrei sapere quale tra i microfoni indicati è quello maggiormente adatto, visto che dovrei acquistarne uno. A presto, Luca

  • Ciao Luca,
    grazie per i complimenti.
    Per il microfono, io attualmente sto utilizzando uno Shure SM58. Come ho scritto, non nasce con lo scopo di ottenere registrazioni in studio di speakeraggi, ma ha comunque una flessibilità che lo rende un ottimo strumento.
    A presto!

  • quello che stavo cercando… una domanda..avevo da fare, quando provo a registrare le mie casse audio emettono un fastidioso rumorino costante … come se ci fossero dei tamburi quando avvio la registrazione e mi capita con diversi programmi …
    sapete dirmi quale potrebbe essere il problema ?

  • Ciao Filippo,
    penso che il tuo problema sia legato ai cavi che utlizzi. Prova a controllare la connessione al computer. Magari qualcuno è inserito male. Prima, prova anche a soffiare (piccoli ma forti soffi) sulle due estremità degli stessi, potrebbero essere un po’ sporchi. Se non risolvi il problema così, prova a sostituire i cavi, che potrebbero essere difettosi, rotti o eccessivamente usurati.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© MOSAICOELEARNING SRL  |  PIVA: 01638210888   |  PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY

Artwork: SiQuis.it

Scroll To Top