occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

I Consigli da Top Ten per l’E-learning

2012-02-06 15:54

mosaicoelearning

Digital learning, Tutorial, Best practice, steve Jobs, interattività, elearning, slide, app, mobile, italia,

1) Prima pianifica, poi costruisci

Prima di pensare a modi più o meno elaborati di presentare il contenuto ai tuoi studenti, chiediti perché stanno frequentando un corso. Devi conoscere i tuoi studenti ed i loro obiettivi, e la tecnologia non sostituisce l’apprendimento, lo supporta.


2) Semplifica e rimpicciolisci

Quello della sintesi è un dono prezioso, che non tutti hanno. Se non ce l’hai, cerca di farlo diventare la tua arte. Più piccoli sono i blocchi di contenuti che presenti, maggiori sono le possibilità che gli studenti ricevano il messaggio che vuoi trasmettere loro. Riempire i learning object di contenuti di tutti i tipi ti servirà magari a dimostrare la tua flessibilità come sviluppatore, ma non la tua abilità di comunicatore.


3)     


Multimediale si, ma al momento giusto

Usa gli elementi multimediali (audio, video, foto, etc.)  con il corretto dosaggio, perché il loro scopo è di aiutare l’apprendimento e la memoria, non distrarre.


4)     


Mantieni il contesto

Soprattutto quando la formazione è indirizzata all’ambito professionale, cerca di replicare il contesto lavorativo degli studenti. Per fare ciò puoi fare uso di audio, scenari, immagini, simulazioni, esempi .


5)     


Esplicita il contesto

Spiega agli studenti cosa stanno facendo, per quanto tempo lo faranno e quali sono i loro obiettivi. Fagli sapere se i loro movimenti e risultati all’interno del corso saranno monitorati o meno (se non lo sono, tutto sommato puoi farne a meno).


6)     


Crea emozione

Sfrutta il grande potere dato dall’arte di saper raccontare una storia (Storytelling) per catturare l’attenzione degli studenti. Usa argomenti che possano suscitare in loro delle emozioni (e quindi delle reazioni). Se hai emozione e attenzione crei apprendimento.


7)     


Usa la realtà

Non c’è niente di più efficace della simulazione di una situazione reale. Agli studenti piace vedere come potranno applicare ciò che stanno imparando in modo pratico.


8)     


Falli interagire (con il corso)

Crea un percorso dinamico, dove gli studenti possono vivere un’esperienza formativa da protagonisti. I tempi dei corsi clicca e leggi sono finiti, l’apprendimento deve essere progettato e costruito per apparire stimolante agli occhi di chi lo segue.


9)     


Falli interagire (tra loro)

Fai interagire gli studenti tra di loro e crea un caso di cui far parlare. Puoi usare strumenti più collaudati come chat o forum, oppure sperimentare e agganciare il tutto ad un Social Network


10)  


Elimina il superfluo

I corsi spesso sono pieni di materiale di contorno che serve solo a creare più confusione che apprendimento. Snelliscilo da tutto quello che non è davvero utile, che non è ciò che i tuoi studenti si aspettano di imparare.


 


Questo post trae spunto da tre altre classifiche del genere:upside learningclive shepherdcath ellis

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder