mosaico_learning_logo
mosaico_logo_elearning
p11
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

CONTATTACI

Tre lezioni per l’elearning che ho imparato da Mary Poppins

2019-04-01 10:43

mosaicoelearning

Digital learning, www.articulatestudio.it, mary poppins,

Tre lezioni per l’elearning che ho imparato da Mary Poppins

mary-poppins-dick-van-dyke-e-julie-andrews-1-.jpg


Chi non conosce Mary Poppins? La magica tata inglese che sconvolge la vita dei piccoli Banks e della loro famiglia, ha qualcosa da insegnare anche a noi del mondo dell'elearning e del digital learning.






Supercalifragilistichespiralidoso: inventa cose nuove

Se crei corsi online, sei una persona fortunata. Sì, perché rientri in quella cerchia di esseri umani che hanno l’opportunità di fare del bene al prossimo con il proprio lavoro. Nel tuo caso, ci riesci facendo crescere le competenze dei tuoi studenti parlando alla loro mente ed al loro cuore (come abbiamo detto tante volte, per generare apprendimento e memorizzazione, serve produrre emozione).


Tuttavia, devi fare attenzione ad evitare il fattore noia, il tuo peggior nemico! Uno dei modi migliori per farlo è inventare sempre qualcosa di nuovo. Una nuova grafica, un nuovo linguaggio, un nuovo template, un nuovo percorso, un nuovo tema, una nuova metafora. Potremmo davvero fare decine e decine di esempi.




Inventare cose nuove significa anche guardarti sempre intorno e riuscire a scovare e reinterpretare qualunque cosa ti capiti sotto lo sguardo o tra le mani e che susciti in te un’emozione. Per creare un template ad esempio, perché non guardare alla comunicazione delle riviste patinate? E per generare un percorso variabile, perché non prendere spunto dalle dinamiche di un videogioco di successo?


Sentiti sempre come un bambino

È un dato di fatto. Crescendo smettiamo di guardare il Mondo con gli occhi di un bambino. E come ci insegnano menti illuminate e formatori di caratura internazionale come Sir Ken Robinson, questo è uno degli errori peggiori che possiamo commettere. Come mostrato nel film Mary Poppins, la vera gioia di fare qualcosa si trova quando si smette di pensare alle nostre attività come obbligatorie e scandite dalla rigidità della crescita e della responsabilità. I bambini invece, vivono i loro momenti - semplici e importanti - con sentimenti spontanei di genuinità, semplicità e spontaneità.


Tante volte nella nostra routine costruiamo infrastrutture non necessarie, che complicano la nostra Vita e ci mettono in contrasto con il prossimo. Talvolta persino con noi stessi. Non c’è nulla di strano quindi, se ci ritroviamo ad agire esattamente nello stesso modo anche quando progettiamo o creiamo un corso. Questo avviene perché in esso riversiamo le nostre sensazioni, anche quelle che dovrebbero star fuori. Dovremmo invece sempre prestare attenzione a semplificare i processi e tornare alle origini, alle basi della comunicazione, alla mentalità di chi agisce senza pensare soltanto alle conseguenze, e senza con questo pregiudicare la qualità ed il valore del nostro lavoro.




Un’altra lezione che arriva dai bambini di Mary Poppins è che non dobbiamo mai rinunciare al divertimento. Ridere fa bene, e già i latini ripetevano che è importante imparare divertendosi. Prova, nel tuo prossimo corso, ad inserire una dose di umorismo. Ne guadagnerai tu e ne guadagneranno i tuoi utenti.


Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

Così come i bambini di Mary Poppins non hanno voglia di sistemare i giocattoli nella loro stanza, tante volte anche noi abbiamo a che fare con attività che delegheremmo volentieri a qualcun altro. Ma non sempre possiamo farlo, e soprattutto non è affatto detto che sia giusto farlo.


Basta un poco di zucchero e la pillola va giù,

recita la famosissima canzone del film. Prendi le cose che devi fare per il verso giusto, e vedrai che diventeranno anche divertenti.




È una grande lezione, che ci insegna a guardare le cose da diversi punti di vista, partendo soprattutto dalla motivazione che ci portiamo dentro e che poi riversiamo sugli studenti. Quando pensi al classico corso sulle normative obbligatorie, come la sicurezza ad esempio, porta i tuoi utenti a chiedersi perché stanno per lanciare quel corso. Non dare loro un semplice benvenuto, ma stimola in loro una coscienza ed una consapevolezza. Hai provato per esempio a chiedere loro se si sono mai trovati nella posizione di dover salvare la Vita di un collega? Pensaci su. Esatto, è più forte di “Benvenuti al corso su...”



Gabriele Dovis



CEO di Mosaicoelearning


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi colleghi ed amici usando i tasti social!Immagini GIF via Giphy.com

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Dove
Ragusa, Via del Melograno, 77

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi elearning corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi elearning corsi@mosaicoelearning.it

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o per segnalare malfunzionamenti del sito assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o per segnalare malfunzionamenti del sito assistenza@mosaicoelearning.it
 

footer

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder