occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

10 Suggerimenti per Costruire uno Scenario Based Learning

2014-05-26 08:18

mosaicoelearning

Digital learning, Tutorial, test, storytelling, asset, simulazioni di situazioni real, social, emozione,



avatarblog3-.jpg


Perché creare degli scenari interattivi, collegandoli a delle storie? Cosa c’entra l’elearning con tutto questo?



Sbagliando s’impara. Ce lo dicono fin da quando siamo bambini. E' così nella Vita reale, fin da quando siamo bambini. Ed è così anche nell’apprendimento.




manoideasmall-copy-.png


 



Le persone compiono azioni, spesso sbagliano, e dai loro errori imparano qualcosa, ad esempio:


-       che è giusto non ripetere o che è giusto fare meglio


-       che è giusto trasmettere agli altri


-       che è utile nella Vita di tutti i giorni


-       che è utile a lavoro


Ecco qualche consiglio utile da usare quando si crea uno scenario per un corso elearning..


01. Informa gli studenti

Rendili partecipi di quello che stanno andando a fare e ricorda che lo scenario non è l’equivalente di un quiz a risposta multipla a,b,c.


Uno scenario è qualcosa di molto più strutturato e coinvolgente, che prende lo studente dal punto di vista emotivo e lo coinvolge dal punto di vista interattivo


02. Fornisci uno scopo

Un’azione è niente senza uno scopo. Perché i tuoi studenti dovrebbero affrontare lo scenario con convinzione? Diglielo prima di farlo iniziare, e spiegagli nel dettaglio che frequentare lo scenario offrirà loro un’opportunità di cambiamento e di miglioramento della loro situazione attuale


03. Usa audio, immagini e/o video di qualità

L’occhio e l’orecchio vogliono la loro parte. Iniziare un percorso con elementi multimediali di bassa qualità porterà immediatamente gli studenti a sottovalutare l’impegno e la qualità generale del progetto. E’ un’attività inconscia, ma molto importante, se non fondamentale. Un libro si giudica (anche) dalla copertina, ed una brutta copertina è un biglietto da visita che ti porti dietro per il resto dello scenario


04. Usa uno stile particolare e ben studiato

Ancora l’occhio, questa volta con il cuore. Per emozionare gli studenti, serve anche una grande cura per tutti gli elementi grafici. La scelta del font non può essere effettuata casualmente, così come quella del template e dei layout. Scorri il nostro blog alla ricerca di post che ti insegnano come individuare il giusto font per un corso o come impostare le linee guida grafiche


05. Scegli una situazione credibile

Gli obiettivi di apprendimento e l’efficacia finale camminano di pari passo con la credibilità dello scenario. Evita di trattare tematiche o di simulare situazioni che non si verificheranno mai nella Vita reale. Crea invece delle scene che rispecchiano l’ambiente lavorativo degli studenti, e fornisci feedback che potranno riutilizzare e condividere anche con i colleghi


06. Scrivi una storia

Lo storytelling è una parte fondamentale dello scenario. Una storia scritta bene inizia da un contesto sociale, un tempo ed un luogo. Ha dei personaggi, ognuno con delle caratteristiche ben esplicitate e dei comportamenti che variano in funzione, ad esempio, del ruolo, dell’età, del sesso. Ha delle situazioni da analizzare e da cui partire per generare consapevolezza


07. Inserisci dei punti decisione

Creare uno scenario significa creare una storia, ma non è proprio come leggere un libro. Nei libri la storia è già scritta, non ci sono opzioni diverse, opinioni da esprimere o finali alternativi. Tu puoi farlo. Puoi progettare diverse strade attraverso cui far muovere il o i protagonisti della tua storia, far si che gli studenti possano dire “secondo me”, e poi far sapere loro se il loro pensiero è conforme agli obiettivi dell’apprendimento o se devono migliorare in qualcosa


08. Mostra le conseguenze

Compiere delle scelte significa dare spazio a situazioni diverse. Che possono tramutarsi in eventi di diversa tipologia. Per es, se sono un operatore di una compagnia telefonica al telefono con un cliente e do il consiglio sbagliato, rischio di farlo passare alla concorrenza, creando un disagio alla mia azienda


09. Emoziona

In un post sullo Storytelling, abbiamo detto che siamo esseri umani, ed in quanto tali, oltre a pensare, proviamo emozioni. Se sai creare emozioni, ottieni attenzione. Se hai emozione ed attenzione, crei apprendimento. questo tema..


10. Lo scenario come strumento di Apprendimento Social

Uno scenario è lo strumento ideale per creare apprendimento spontaneo tramite gli strumenti Social. Porta gli studenti a condividere le loro esperienze ed i loro risultati. Guidali e stimolali alla generazione spontanea di un "buzz" contenente le loro diverse storie ed il loro diverso modo di arrivare al risultato.


E' stato inoltre provato che entrerà in gioco un'ulteriore fattore: la competizione tra gli studenti. Un altro aspetto che porta ad un apprendimento di livello superiore


11. Secondo te?

Esprimi la tua opinione, quale pensi che possa essere un altro spunto utile per la progettazione e la produzione di uno scenario? Lasciaci la tua idea nei commenti..


Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder