occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

Una guida all'utilizzo dell'approccio multimodale nell’apprendimento

2024-04-03 09:51

mosaicoelearning

Digital learning, Best practice, misurare l'apprendimento, obiettivi di apprendimento, strategie, apprendimento, apprendimento immersivo, best practice,

Best practice di Mosaico elearning

Vantaggi dell'approccio multimodale nell'apprendimentoL'apprendimento multimodale incorpora diverse modalità e metodologie per trasmettere conoscenze,

mosaico-1-3-aprile.jpeg

Vantaggi dell'approccio multimodale nell'apprendimento


L'apprendimento multimodale incorpora diverse modalità e metodologie per trasmettere conoscenze, insegnare concetti e creare materiali. Il suo principio fondamentale è quello di risvegliare più sensi, tra cui la vista, l'udito e il tatto, per aumentare il coinvolgimento dei discenti e aiutarli a trattenere più informazioni. Inoltre, i partecipanti imparano a utilizzare le conoscenze teoriche per risolvere problemi pratici della vita reale. In genere, l'approccio multimodale all'apprendimento viene incorporato nei corsi online, in cui gli individui possono procedere al proprio ritmo e sentirsi liberi di essere creativi, senza paura di esaurire il tempo a disposizione. Sia gli educatori che gli studenti si divertono di più a partecipare ai corsi o alle classi in tempo reale seguendo questo approccio, amano collaborare per risolvere problemi e condividere le loro idee. L'accessibilità è un altro vantaggio di questo metodo di apprendimento, perché permette a tutti di entrare in un ambiente educativo e partecipare alla formazione, indipendentemente dalle esigenze e capacità.

I 4 tipi di apprendimento multimodale (VARK)

 

1. V – Visual (Visivo)

Gli studenti che imparano visivamente tendono a immaginare scenari nella loro testa per risolvere problemi e sono di solito attenti osservatori. Questo significa che traggono grande beneficio dalle informazioni presentate in modo che siano facilmente visualizzabili. Ad esempio, diagrammi di flusso, infografiche, immagini e flashcard possono aiutarli a conservare più facilmente le informazioni e ad applicare le loro conoscenze in situazioni reali. La codifica a colori delle diverse sezioni, l'uso di una varietà di caratteri e l'evidenziazione dei punti cruciali sono tutti trucchi utili per questo tipo di studenti.

 

2. A – Auditory (Auditivo)

I discenti che utilizzano l’apprendimento uditivo preferiscono non solo ascoltare il materiale formativo, ma anche parlarne. Nella formazione scolastica o aziendale, questo metodo può essere integrato attraverso podcast, webinar, audiolibri e lezioni con istruttore. I progettisti possono organizzare discussioni di gruppo, dibattiti e sessioni di domande e risposte per aiutare i partecipanti a esprimere le loro opinioni e a impegnarsi in conversazioni fruttuose. I dibattiti, in particolare, sono fondamentali per consentire a chiunque di ascoltare voci diverse e di mettere in discussione le proprie idee.

 

3. R - Reading And Writing (Lettura e scrittura)

È il più tradizionale degli approcci multimodali all'apprendimento. Gli individui che ricadono in questa categoria preferiscono leggere le informazioni, prendere appunti e svolgere compiti come i saggi. I progettisti elearning possono creare file PDF, blog, whitepaper, manuali e dispense scritte. Inoltre, gli studenti dovrebbero sentirsi incoraggiati a prendere tutti gli appunti di cui hanno bisogno, a evidenziare il materiale e a utilizzare mappe mentali. La valutazione può basarsi su saggi scritti e domande a scelta multipla.

 

4. K - Kinesthetic (Cinestetico)

È la soluzione di apprendimento multimodale più attiva e forse la più popolare. Gli studenti vengono istruiti utilizzando varie modalità, tra cui dimostrazioni dal vivo, visite in loco, presentazioni multimediali, giochi di ruolo interattivi e viaggi sul campo. Si può anche chiedere loro di condurre sondaggi e di trarre i risultati da soli. Di conseguenza, il loro impegno e la loro fiducia aumentano, perché si sentono parte attiva del loro apprendimento. Per metterli alla prova, gli sviluppatori dei corsi possono chiedere loro di creare i propri video, giocare o risolvere problemi reali.

mosaico-2-3-aprile.jpeg

Esempi e strategie

 

Giochi educativi


Indipendentemente dall'età, i giochi coinvolgono tutti nel processo di apprendimento e riducono lo stress. Inoltre, i partecipanti possono vedere i loro progressi lungo il percorso e ottenere un senso di realizzazione man mano che avanzano. Non solo si divertono, ma ricevono anche un feedback costante e conservano la maggior parte delle informazioni fornite. Questo metodo coinvolge video, audio, parole, colori, movimento e accessibilità. Ad esempio, agli studenti può essere mostrato un video e, sulla base delle informazioni disponibili, viene chiesto di scrivere la soluzione al problema in questione. Inoltre, la natura ripetitiva dei giochi aiuta gli studenti a familiarizzare con l'ambiente di apprendimento e a sentirsi sicuri nel passare a fasi più difficili.

 

Think-Pair-Share (Pensare-Scambiare-Condividere)

 

Questo metodo è spesso usato a scuola, ma potrebbe essere incorporato anche nella formazione professionale. Ai partecipanti viene presentato un concetto o una domanda e viene chiesto di pensare individualmente alle loro risposte. Poi vengono messi in coppia per collaborare e discutere le loro idee. La fase successiva prevede che ogni coppia condivida i propri pensieri con il resto dei partecipanti e risponda alle domande. Gli educatori possono accoppiare studenti con le stesse preferenze di apprendimento per facilitare la navigazione del materiale o accoppiare quelli con preferenze diverse come sfida. In ogni caso, gli individui imparano a collaborare in modo efficace e lo scambio di idee rafforza la loro capacità di difendere le proprie opinioni e di formulare argomentazioni convincenti.

 

Apprendimento basato su casi concreti

 

Spesso gli studenti non capiscono come i punti di apprendimento si colleghino alla vita reale. Pertanto, gli istruttori o gli sviluppatori dei corsi devono costruire scenari e storie di vita reale che incoraggino gli individui a pensare fuori dagli schemi e a trovare una soluzione. Nelle classi tradizionali, gli studenti possono discutere le loro scelte, discuterle e capire perché non tutti sono d'accordo con loro o hanno un'opinione diversa. Tutti collaborano per analizzare e risolvere il problema. Potrebbero nascere dei conflitti, ma in questo modo i partecipanti sono spinti a sviluppare ulteriormente i loro punti, ad ascoltare gli altri in modo empatico e a prendere rapidamente una decisione. Chi utilizza questo approccio multimodale nell'apprendimento nota un maggiore impegno, interesse e coinvolgimento da parte dei partecipanti.

mosaico-3-3-aprile.jpeg

Progetti di ricerca multimediale

 

Questo è un modo meraviglioso per gli studenti di tutte le età di familiarizzare con i contenuti digitali e di crearli da soli. In primo luogo, gli insegnanti chiedono agli studenti di fare una ricerca su un determinato argomento utilizzando informazioni raccolte esclusivamente da materiale multimediale. Possono fare riferimento a podcast, video, clip audio, eBook, giornali, riviste e qualsiasi altra fonte che ritengano affidabile. Poi, le persone devono organizzare le informazioni e creare una presentazione visiva. Analogamente ai media utilizzati per acquisire le conoscenze, devono rendere la presentazione accattivante e utilizzare elementi interattivi, come presentazioni, compilazioni video o clip audio.

 

Lezioni con note scritte

 

Quando i corsi elearning non sono disponibili e gli insegnanti devono tenere delle lezioni, devono assicurarsi che le loro presentazioni si adattino alle preferenze di apprendimento di tutti. Gli istruttori possono utilizzare presentazioni con testo scritto e materiale visivo. Inoltre, possono aggiungere annotazioni e richiami per attirare l'attenzione in determinati punti. Anche gli elenchi puntati sono utili per organizzare il materiale voluminoso e renderlo più comprensibile. Grafici, immagini, quiz e test dovrebbero essere utilizzati per stimolare il coinvolgimento di tutti e appunti scritti, trascrizioni o registrazioni della lezione possono accompagnare queste presentazioni. In questo modo, gli studenti possono studiare ciò che è stato detto nel modo più adatto a loro.

 

Storyboard

 

Questo metodo è ideale per lunghi corsi e lezioni che coinvolgono una moltitudine di concetti e punti di apprendimento. Uno storyboard è uno strumento che suddivide il corso in sezioni più piccole e organizza il materiale in modo facilmente digeribile. In genere, include pannelli che mostrano gli elementi chiave di una sezione. Tramite uno storyboard si possono creare scenari di vita reale con personaggi che rappresentano dipendenti, clienti e colleghi. Le persone vengono sfidate a prendere decisioni, a vedere quale sia il risultato e come ogni partecipante ne sia influenzato. In questo modo, si acquisisce una migliore comprensione del materiale formativo e del modo in cui ogni decisione crea un effetto domino. Questo metodo può essere utilizzato nelle aziende quando si devono prendere decisioni importanti e non si è sicuri dei risultati.

Conclusione

 

L'approccio multimodale all'apprendimento può essere immensamente utile e di successo sia in ambienti tradizionali che digitali. Quando è il momento di dare un feedback e non è possibile incontrarsi faccia a faccia, gli istruttori o i manager possono registrare i loro commenti in video e caricarli sulla piattaforma LMS aziendale. Tuttavia, chi sceglie di seguire l'apprendimento multimodale deve garantire il giusto equilibrio tra elementi interattivi e scritti: esagerare con immagini, giochi e audio può far sentire alcuni partecipanti sopraffatti.

 

Traduzione autorizzata tratta dal post originale di “Elearning Industry”.

 

Il post originale è disponibile qui.

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder